SWEET DREAMS “relaxing music for cavalier king”


coverrmfck

SWEET DREAMS “relaxing music for cavalier king”
La prima compilation per i nostri amici pelosi!
13 brani ideali per il relax e per dormire,selezionati da Salvatore SV Venditti.

Per scaricare GRATUITAMENTE la compilation basta seguire questi due semplicissimi passaggi:

  • cliccare mi piace alla pagina dell’autore della compilation

        Salvatore Venditti

                 Musicista/gruppo musicale
  • inviare un messaggio privato alla pagina e riceverete risposta immediata con il link per scaricare GRATUITAMENTE la compilation

Dalla facoltà veterinaria di Nottingham un’indagine sui pet-foods


 

La Facoltà di Medicina Veterinaria di Nottingham ha in parte finanziato questo progetto di indagine sul contenuto del tipo di carne presente nel cibo industriale per cani per verificarne la corrispondenza con la specie animale indicata in etichetta.

Investigation into the animal species contents of popular wet pet foods

Molto interessante anche leggere i risultati numerici di un’altra indagine sulla correlazione tra allergia alimentare , fistole perinatali e otite esterna.

Prevalence of adverse food reactions in 130 dogs in Italy with dermatological signs: a retrospective study

L’alimentazione industriale, non solo causa della maggior parte delle intolleranze alimentari nei nostri amici a quattro zampe, ma anche poco veritiera nell’etichettatura.

Io non mi fido.. e voi?

In ultimo vorrei proporvi la lettura del meccanismo con cui si instaurano le intolleranze alimentari, vi accorgerete che le sostanze comunemente responsabili sono contenute nella maggior parte dei mangimi industriali.

 

Reazioni avverse al cibo

Attenzione alla zecca killer! – Parassiti esterni


Attenzione alla zecca killer! – Parassiti esterni.

Ipoacusia e sordità – PROBLEMI DI SALUTE


 

Ipoacusia e sordità - PROBLEMI DI SALUTE

Ipoacusia e sordità – PROBLEMI DI SALUTE.

L’articolo è presente su Cavalier King Charles Spaniel Forum, seguiranno altri articoli sull’argomento… iscrivetevi per poterne discutere insieme.

RICERCA STRUTTURE VETERINARIE – PROBLEMI DI SALUTE


Un sito utilissimo, possibilità di ricerca sul web e di scaricare i file per navigatori satellitari Tom Tom e Garmin, ritengo indispensabile questa opzione per chi viaggia con il cane.E’ un servizio gratuito di pubblica utilità.

viaRICERCA STRUTTURE VETERINARIE – PROBLEMI DI SALUTE.

QUANTO DORME UN CANE?


Sonno
In media il cane dorme più dell’uomo, dalle 10 alle 14 ore al giorno.
Una volta entrato nella routine della vita dell’uomo, si abitua a fare il sonno più lungo in coincidenza del sonno del suo “gruppo umano”.
Esistono 2 tipi di sonno…quello più lungo e i pisolini, detti anche sonno polifasico per distinguerlo da quello monofasico costituito da un unico sonno prolungato. I pisolini invece si alternano ogni paio d’ore e hanno una durata variabile.
Si dice che molti uomini illustri, come ad esempio Leonardo da Vinci, utilizzassero nella loro vita solo il sonno polifasico.
I Cavalier King pare usino e ABUSINO di questo sonno polifasico…possibilmente in posti comodi come letti e divani.😉

I pericoli della spiaggia


Purtroppo sul nostro territorio nazionale le spiagge aperte ai cani sono poche.

Se si vuole portare il peloso al mare con noi, non resta altro che recarsi nei tratti di spiaggia libera, oppure portarcelo fuori stagione balneare.

I pericoli che corre un cane al mare sono diversi, ma alcuni con qualche attenzione si possono evitare, questo di cui vi voglio parlare è invece un pericolo inaspettato e…TRAGICO!

Le spiagge libere purtroppo non godono di una manutenzione che le rende pulite e sicure, prive di sporcizia e di una gran quantità di cose portate dalla risacca del mare a riva…plastica , lattine, oggetti di tutti i tipi, oltre a alghe, legni, addirittura siringhe e….AMI DA PESCA!

Vi copio l’esperienza e i consigli di chi ci è passato:

Si vede chiaramente l’amo nella radiografia

Cari amici, aggiungo una ulteriore testimonianza riguardo la pericolosità degli ami abbandonati sulle spiagge. Eravamo in vacanza a giugno io , mia moglie e Gozzilla (il nostro amato pinscher nano ) nella zona di Porto Torres (Sassari). Un giorno in spiaggia mi sono accorto che il cane stava masticando qualcosa e ho notato un filo da pescatore che pendeva dalla bocca. Individuata subito la gravità del problema ho fatto una corsa dal veterinario più vicino cercando di evitare che il cane ingoiasse definitivamente il filo. Per nostra fortuna l’esperienza del veterinario che ha operato decine di casi simili, ci ha evitato un intervento chirurgico doloroso e delicato, costoso e con un decorso post operatorio estremamente fastidioso per l’animale. L’amo era già nello stomaco (vedi radiografia) e sono riusciti ad estrarlo infilando in anestesia totale un sondino (in pratica un tubicino elastico di gomma) seguendo il filo da pescatore, disincagliandolo e tirandolo su delicatamente dopo averlo infilato nel tubicino. Alla fine Gozzillina se l’è cavata con una settimana a base di antibiotici e 15 giorni di antiemorragici, ma in pratica stava benissimo.


A proposito di tale episodio vorrei dare alcuni preziosi suggerimenti che possono fare la differenza (a detta dello stesso veterinario):
a) NON TIRATE IL FILO. L’amo potrebbe essere agganciato allo stomaco o all’esofago e tirare complicherebbe ulteriormente la situazione oltre a provocare una pericolosa lacerazione interna.
b) NON TAGLIATE IL FILO. E’ un errore che fanno in molti ma che rende impossibile estrarre l’amo senza poi dover intervenire chirurgicamente.

Giorgio S., 15 luglio 2007

Un appello ai pescatori.
State già uccidendo i pesci i quali hanno diritto di vivere tranquilli nel loro habitat: volete ferire/uccidere anche i nostri cani ?
NON LASCIATE AMI, SOPRATTUTTO CON ESCHE INFILZATE A BASE DI PESCE (che potrebbero risultare un boccone gradito per vari tipi di animali) IN SPIAGGIA ! ANCHE LE PERSONE POTREBBERO FERIRSI !!!
da  http://www.dogwelcome.it/
 
Spero che questo consiglio non debba MAI esservi utile,ma tenetelo a mente!

Il segnale positivo di interruzione: come interrompere un’azione e richiamare l’attenzione del cane su di voi


Insegnare al cane a concentrare la sua attenzione su di voi è utile in molteplici situazioni, sia in casa che all’aperto e vi permette di avere un buon controllo sulle sue azioni, interrompendo quelle indesiderate.

EDUCARE IL CANE ATTRAVERSO IL RICOLLOCAMENTO GERARCHICO: LA REGRESSIONE SOCIALE GUIDATA


Nicoletta Bevere Veterinario Milano: EDUCARE IL CANE ATTRAVERSO IL RICOLLOCAMENTO GERARCHICO: LA REGRESSIONE SOCIALE GUIDATA

Che cos’è?
La regressione sociale guidata è una tecnica basata sulla gestione consapevole e controllata di alcuni scambi e di alcune situazioni che abitualmente gli esseri umani condividono con il proprio cane. In particolare la tecnica si basa sul controllo, mirato e consapevole, di quattro attività fondamentali nella vita relazionale del cane: l’atto di alimentarsi, l’attività sessuale, il controllo del territorio, il controllo dei contatti fisici con gli altri cani e con gli esseri umani.
Cosa determina?
L’applicazione della tecnica determina la ricollocazione gerarchica del cane al livello più basso della piramide gerarchica della famiglia, in modo stabile. Questa ricollocazione è in generale il presupposto fondamentale per la buona convivenza cane-uomo ed è una base di partenza, senza la quale qualsiasi disturbo comportamentale ha scarse probabilità di essere trattato con successo, indipendentemente dalla terapia specifica.
Continua a leggere…

Nicoletta Bevere Veterinario Milano: EDUCARE IL CANE ATTRAVERSO IL RICOLLOCAMENTO GERARCHICO: LA REGRESSIONE SOCIALE GUIDATA.

I baffi (vibrisse) del Cavalier King


                     Baffi sì o baffi no?

Età 6 mesi, ” baffuto”!🙂

 

A parte le differenze dovute all’età e tra un aspetto casalingo e una sapiente toelettatura…è così importante tagliarli per avere un bell’aspetto?

 

Riporto un articolo scritto da Roberta Mori su Vita da cani

Le vibrisse, comunemente dette baffi, sono gli organi tattili dei carnivori. Sono costituiti da una radice e da uno stelo di forma cilindrica con una terminazione appuntita. Nel cane si trovano sulla testa (rima naso-labiale, rima orbitale). I baffi sono un importante organo sensoriale paragonabile al tatto dei polpastrelli della mano degli umani. Essi sono fondamentali per lo spostamento nell’ambiente (soprattutto nella notte) visto che l’animale percepisce la dislocazione degli oggetti e il loro stato (solidità, temperatura) grazie alle vibrazioni dell’aria provocate dagli oggetti. Le vibrazioni vengono captate e decodificate proprio dai baffi. Sembra poi che i baffi siano deputati alla protezione di organi tanto importanti quanto delicati: gli occhi. Se infatti proviamo a sfiorare i baffi del nostro quattrozampe, le palpebre si abbasseranno anche se solo per un istante.
La toelettatura di alcune razze prevede il taglio dei baffi i quali ricresceranno dopo breve tempo, è consigliabile però non privare il cane di un organo sensoriale così importante, come potrà rendersi conto se il cibo nella ciotola è troppo caldo per essere ingerito? E’ nato con i baffi … guai chi glieli taglia!
 

E scrive S. J. Moore in:

PRENDERE
O NON PRENDERE
UN CANE
Ovvero
Cosa fare per avere un cane buono e sereno,
un’amicizia vera e profonda.

 
State sempre insieme al cane quando va a farsi bello e assicuratevi che non vengono tagliati i
baffi. I baffi, quei peli più grossi e più rigidi che sono sul muso, aiutano il cane a percepire
le sensazioni tattili ma anche olfattive perché, come ha scoperto il prof. Christopher Moore
del Brain and Cognitive Sciences del Massachusetts Institute of Technology, i baffi,
sensibilissimi, sono connessi da nervi a tutte le zone sensoriali del cervello.
 

Chi mi conosce penserà, predichi bene ma…sì è vero sono una “meglio senza baffi” pentita.😉

 
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 1.784 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: